Sanità

Sanità

Nei servizi di cura e
di assistenza e negli ospedali si rileva un divario tra sviluppo
di strumentazioni tecnologiche e...

Enti pubblici

Enti pubblici

Nella Pubblica Amministrazione e negli Enti Locali sono in corso consistenti mutamenti...

Privato sociale

Privato sociale

Nelle organizzazioni
del terzo settore e
nelle associazioni di volontariato i rapporti tra valori e attività...

Aziende

Aziende

Lo Studio APS propone per le imprese diverse tipologie di attività, che includono la formazione...

Proposte

Restiamo in contatto

 Iscriviti alla nostra Newsletter

Prende consistenza anche un’area di consulenza collegata alla realizzazione di progetti territoriali - progetti giovani e adolescenti, inserimenti lavorativi, famiglie e situazioni di handicap, ecc. - che richiedono impostazioni e strumentazioni ad hoc.

In questi anni si sviluppa un particolare investimento sul tema della valutazione. Vengono costruiti e utilizzati coi clienti processi di valutazione del personale, degli esiti di progetti e d’interventi presso enti locali, aziende ospedaliere, ASL e aziende private. Le esperienze si traducono anche in rielaborazioni teoriche e in pubblicazioni.

All’interno dello Studio APS è cruciale che gli interventi nei vari ambiti siano conosciuti, riconosciuti, elaborati il più possibile da tutto il gruppo di soci e collaboratori, ma diventa anche difficile realizzare una sostanziosa e soddisfacente comunicazione quando i collaboratori diventano più numerosi ed eterogenei, le attività sono sempre più numerose, variegate, complesse, negli ultimi anni: sono avviati circa 120 progetti l’anno, anche di entità limitate. Il volume del fatturato cresce da circa € 200.000 nel 1984 (anno di costituzione dello Studio APS) a circa € 1.400.000 nel 2010.

Vocabulauire de PsychosociologieI contatti con l’estero si riattivano con colleghi francesi
e inglesi, sia con collaborazioni in interventi presso clienti,
sia con incontri in Studio.
Si partecipa ad un Congresso Internazionale a Parigi sulla ricerca azione, si realizzazione in collaborazione con un Istituto di Atene e uno di Parigi, una ricerca clinica sul malessere degli insegnanti, finanziata dalla Comunità Europea, si traduzione in italiano il "Vocabulauire de Psychosociologie", curato da Jacqueline Barus-Michel, Eugène Enriquez e André Lévy, si realizzano seminari bilingue in un’azienda italiana con una collega londinese.

L’impegno nella concettualizzazione viene assunto anche con la pubblicazione di "SPUNTI", rivista che in ogni numero tematizza una questione e che esce a periodicità semestrale.

La progettazione socialeÈ pubblicato un volume collettivo dedicato alla "Progettazione Sociale", e sono moltiplicati articoli su riviste e su testi curati da vari autori. Questi scritti formalizzano pensieri che attraversano lo Studio e significativi riorientamenti anche teorici. In particolare viene arricchita l’idea del problem solving e criticata nella sua visione razionalistica. Si focalizza l’attenzione sull’importanza della costruzione individuale e sociale dei problemi, il problem making o problem setting: mettiamo in luce come siano processi che condizionano significativamente le possibilità di risolverli o gestirli.
I riferimenti ai modelli psicoanalitici diventano meno cruciali, per far spazio all’approccio costruttivista e costruzionista, alle evoluzioni delle neuroscienze. Lo studio e l’integrazione di questi riferimenti paiono molto utili nell’affrontare le questioni che il mondo del lavoro propone. Si accentua l’attenzione a collegare la dimensione della conoscenza con l’agire: gli interventi formativi e di consulenza sono sempre più attenti alla costruzione di esperienze e pratiche delimitate, ma riconoscibili.

Palazzo delle Stelline - Milano
Ogni anno in autunno vengono proposte delle Giornate di Studio finalizzate ad approfondire tematiche individuate come cruciali, in base alle esperienze maturate nel periodo. Le Giornate di Studio diventano uno specifico appuntamento di riflessione e ricerca per il nostro gruppo di professionisti.

In questi anni ci ha lasciato Angelo Riccio, lavorando fino all’ultimo con noi. La storica segretaria Ornella Rossetti si ritira in pensione.

Nella segreteria dopo vari avvicendamenti possiamo contare sulla collaborazione di Laura De Melgazzi e Annalisa Sala.

In questi anni collaborano nello Studio APS, in varie forme, con varie intensità e continuità, diversi professionisti, tra cui: Rossella Elisio, Cinzia D’Agostino, Valter Tarchini, Donatella Barberis, Fiorella Capasso, Monica Savio, Francesca Cardona, Barbara Di Tommaso, Matteo Lo Schiavo.

L’avvicinarsi e gli sviluppi della crisi economica, del welfare, di modelli di funzionamento di molti Servizi è uno stimolo a ripensarsi per lo Studio APS e per i professionisti che lo compongono. 

Lo Studio APS cambia logoNel corso del 2010 lo Studio APS assume un atteggiamento più attivo
e differenziato nel proporsi, adotta anche nuovi strumenti di promozione delle sue capacità ed esperienze. Ricerca e sperimenta mezzi differenti di consulenza e formazione.

Nel 2011 il Ciclo Biennale viene riprogettato e assume il nome di "Agire nelle organizzazioni" e viene costituito l’"Osservatorio/Laboratorio sul malessere organizzativo". 
Nel 2012
viene costruito un nuovo sito.

Il tentativo dello Studio APS si conferma nell’impresa di cercare d’essere a contatto, dentro, i processi socio-economici che caratterizzano i contesti, le organizzazioni lavorative e i soggetti che le costituiscono, ma senza omologarsi; mantenendo la capacità di differenziarsi per poter essere utili, per proporre punti di vista, chiavi di lettura, metodologie di una certa originalità. Ciò richiede un importante investimento per coniugare la cura degli interventi presso i clienti, con la elaborazione culturale e con la sostenibilità economica.


E la storia continua…

 

La nostra storia

Vi segnaliamo