Sanità

Sanità

Nei servizi di cura e
di assistenza e negli ospedali si rileva un divario tra sviluppo
di strumentazioni tecnologiche e...

Enti pubblici

Enti pubblici

Nella Pubblica Amministrazione e negli Enti Locali sono in corso consistenti mutamenti...

Privato sociale

Privato sociale

Nelle organizzazioni
del terzo settore e
nelle associazioni di volontariato i rapporti tra valori e attività...

Aziende

Aziende

Lo Studio APS propone per le imprese diverse tipologie di attività, che includono la formazione...

Proposte

Iscriviti alla nostra Newsletter

Nome e Cognome:
Indirizzo email:

BLOG

1973-1980
Sperimentazioni di interventi presso varie organizzazioni e differenziazione tra formazione e consulenza



La realizzazione di attività di formazione presso le sedi di lavoro abituali, diversificando articolazioni, contenuti, modalità di conduzione, scansioni temporali, ruoli e strumenti corrisponde a una scelta non casuale che è probabilmente ricollegabile ad una costante preoccupazione di fondo, costitutiva e insieme profondamente avvertita e condivisa, di promuovere apprendimenti per il cambiamento, ma anche ad una elaborazione delle iniziali esperienze seminariali, che vengono rilette come astrattamente ripetitive e ancorate a un modello teorico semplificato, in cui vengono sottovalutati quasi per assunto ideologico, impedimenti e blocchi, angosce e dimensioni inconsce: soprattutto viene ri-considerata e rivista la loro collocazione scissa dalla vita abituale, che non risulta facile da ricomporre e che condiziona, fino a renderla impossibile, una effettiva acquisizione di apprendimenti/cambiamenti che abbiano riscontri nella quotidianità lavorativa e nel funzionamento organizzativo. Da qui prende consistenza un duplice sviluppo. Nella pratica viene acquisita un’attenzione sempre più affinata e vigile, volta ad individuare le specificità e le complessità delle “domande” di formazione di cui sono portatori persone singoli, gruppi e organizzazioni.

Movimenti del '68
Infatti cominciano ad arrivare richieste d’intervento rispetto a varie problematiche emergenti sulla scia di molti riassestamenti organizzativi, messi in moto dai movimenti del ’68 in ambito industriale e attivati da nuove leggi riguardanti il sistema scolastico e il sistema sanitario, leggi istitutive di nuovi servizi come i consultori, i centri per le tossicodipendenze, i centri per la salute mentale. Sul piano teorico si comincia a prendere distanza da riferimenti assunti quasi acriticamente e si investe in uno sforzo faticoso e conflittuale di messa a punto concettuale e di precisazione di che cosa significhi adottare una prospettiva psicosociologica in interventi nella realtà organizzativa e sociale.

Sono di quegli anni i lavori alla Montedison, alla Italsider, all’IFAP, all’ENI, all’ENEL, all’IBM, alla CIBA-GEIGY, alla Banca d’Italia, in alcune piccole aziende, ma anche nei Consorzi Sociosanitari di Zona istituiti in Lombardia, presso i Consultori del Comune di Genova e quelli di Pordenone, in Friuli, alla Regione Emilia-Romagna e in Valle d’Aosta…

Si cerca di lavorare meglio, in modo metodologicamente più fondato e monitorato, più preoccupato di esiti positivi rispetto alle esigenze espresse dai clienti. È in questa fase che entrano nel gruppo dei soci Laura Ambrosiano e Gianni Zanarini.

Ciascun membro dello Studio comincia ad esporsi e farsi avanti con le proprie specificità di stili, orientamenti, riferimenti teorici e scelte valoriali. Le dimensioni amicali non bastano più a garantire la coesione del gruppo in cui le differenze si acuiscono e rendono necessarie negoziazioni più esplicite e penose. Alcuni dei fondatori si allontanano anche per seguire altre strade: la carriera universitaria, la professione di psicoanalista, la guida di un’azienda industriale. Renzo Carli diventa professore alla Sapienza e si trasferisce definitivamente a Roma dove, mentre esercita l’attività di psicoanalista, apre lo Studio di Psicosociologia.
 
 

continua...



La nostra storia

GIORNATE DI STUDIO 2017


Katsushika Hokusai, "La grande onda presso la costa di Kanagawa"

"Governare organizzazioni
e noi stessi
in scenari incerti
e turbolenti.
Un lavoro impossibile?"

 

Giovedì 11 maggio 2017

Residence San Vittore 49,
Sala Finestre e Sala Volta
Milano, Via San Vittore n. 49 

Studio APS
Milano, Via San Vittore n. 38/A 


Venerdì 12 maggio 2017

Elfo Puccini teatro d'arte contemporanea, Sala Shakespeare
Milano, C.so Buenos Aires n. 33 


Le Giornate di Studio 2017 intendono essere un'occasione per riflettere attorno al "Governare" le organizzazioni in un'epoca di profonda e radicale incertezza dei contesti lavorativi...





File Acrobat
Scarica la presentazione

File Acrobat
Scarica il programma

File Acrobat
Scarica la presentazione dei seminari di approfondimento

File Acrobat
Scarica la bibliografia
New