Rossella Bo


Rossella Bo


L’intreccio tra competenze diverse e la fiducia nelle potenzialità del pensiero divergente contraddistingue da sempre la mia esperienza professionale, che ha preso le mosse dall’ambito della didattica e della formazione per approdare alla collaborazione stabile con l’associazione torinese Area onlus e al lavoro clinico come psicoterapeuta di orientamento psicoanalitico. Dal 2016 sono professore a convenzione presso il Dipartimento di Psicologia dell'Università degli Studi di Torino.

Oltre all’attività clinica, lavoro da oltre un decennio nel terzo settore, occupandomi in particolare di disabilità e minori e realizzando interventi di supervisione, consulenza e formazione presso équipe educative e sociosanitarie nel pubblico e nel privato sociale. Obiettivo generale di tali interventi è da un lato la possibilità di migliorare la consapevolezza delle dinamiche organizzative attraverso la mentalizzazione degli aspetti emotivi di individui e gruppi all’interno di situazioni organizzative e l’analisi delle rappresentazioni relative al contesto e agli oggetti di lavoro, dall’altro di facilitare l’integrazione fra servizi sociosanitari, organizzazioni del terzo settore e altri interlocutori istituzionali. Ho maturato anche una lunga esperienza nella progettazione sociale, avendo collaborato alla stesura di numerosi progetti in risposta a bandi pubblici o di fondazioni private, gestendo poi come project manager quelli che sono stati finanziati.

Incontrare lo Studio ha rappresentato per me un’importante opportunità di lavorare su una migliore integrazione dei percorsi professionali costruiti nel tempo in contesti diversi, sistematizzando le esperienze e le metodologie di approccio e ampliando la mia visione delle problematiche organizzative. Oltre alla possibilità di conoscere, affinare e sperimentare strumenti più accurati per progettare interventi efficaci e gestire situazioni complesse, ritengo fondamentale la possibilità di confrontarmi e collaborare con un gruppo di colleghi esperti, con cui poter riflettere, condividere esperienze ed effettuare attività di ricerca.


Bibliografia

Consulta la bibliografia di Rossella Bo