Sanità

Sanità

Nei servizi di cura e
di assistenza e negli ospedali si rileva un divario tra sviluppo
di strumentazioni tecnologiche e...

Enti pubblici

Enti pubblici

Nella Pubblica Amministrazione e negli Enti Locali sono in corso consistenti mutamenti...

Privato sociale

Privato sociale

Nelle organizzazioni
del terzo settore e
nelle associazioni di volontariato i rapporti tra valori e attività...

Aziende

Aziende

Lo Studio APS propone per le imprese diverse tipologie di attività, che includono la formazione...

Proposte

Vi segnaliamo

Vi segnaliamo

Rivista "SPUNTI"


"Organizzare le continuità delle cure.

Orientamenti possibili per migliorare
il benessere delle persone

con storie di cronicità"

 

Paul Klee_Strada principale e strade secondarie

Paul Klee, "Strada principale e strade secondarie" (1929),
olio su tela, 83 x 67 cm, Ludwig Museum (Colonia).

 

Milano, 28 marzo 2017 
9.30 - 16.30    

Residence San Vittore 49, Sala Auditorium
Milano, Via San Vittore n. 49

 


Gli studi epidemiologici mettono in evidenza un progressivo incremento nei cittadini di situazioni con problematiche sanitarie croniche, di varia gravità, associate a un aumento di domande socioassistenziali. Queste evoluzioni costringono a rivedere il rapporto tra strutture ospedaliere, residenziali e servizi territoriali/domiciliari, tra professionisti e famiglie dei pazienti. Ma soprattutto a ripensare il sistema e il processo di cura e di assistenza dei cittadini all’interno del paradigma della continuità della cura. Ciò significa mettere in atto una trasformazione culturale radicale del modo di organizzare i servizi sanitari, socio-sanitari e socio-assistenziali.

Fino ad oggi il collegamento tra le diverse strutture e i servizi sanitari, socio-sanitari e socio-assistenziali è risultato oneroso, faticoso, un “di cui” che sconta anche le molteplici frammentazioni delle tante offerte, pubbliche e private. È a partire da queste difficoltà che S.It.I. Lombardia, Consorzio Colibrì, Collegi IPASVI di Milano e Brescia, APRIREnetwork e Studio APS hanno promosso una ricerca su “Storie di malattia e presa in carico: sviluppo dei modelli organizzativi per la continuità di cura”. Una ricerca volta a identificare nelle prassi operative delle indicazioni preziose per migliorare il rapporto fra le persone in cura, le famiglie, i servizi del territorio e i molteplici e diversi professionisti implicati negli interventi terapeutici e sociali. 

I dati e le informazioni, raccolte dall'ascolto del vissuto dei pazienti e delle loro famiglie, aprono interessanti riflessioni a diversi livelli (professionali, organizzativi e del sistema di welfare locale) e mostrano alcune interessanti prospettive per sostenere percorsi di continuità delle cure efficaci.

Martedì 28 marzo 2017 a Milano si terrà un convegno “Organizzare le continuità delle cure. Orientamenti possibili per migliorare il benessere delle persone con storie di cronicità”. In questo incontro verranno presentati gli esiti della ricerca. Ma intende essere anche un momento di confronto sulle diverse esperienze messe in campo in regioni diverse. Un’occasione per allargare la “comunità di ricerca”, consapevoli che mettendo insieme conoscenze, saperi ed esperienze è possibile trovare percorsi di continuità di cure sempre più efficaci.

Il convegno ha come principali destinatari responsabili e dirigenti del settore sanitario, sociosanitario e assistenziale, sia pubblico che privato, profit e non profit.


Invito
Scarica l'invito al convegno

Programma


Scarica il programma

Studio APS Blog

 Discutine con noi  New

PROGRAMMA

ore  9.30 - 10.00

INTERVENTO INTRODUTTIVO

Francesco d'Angella, Studio APS

Claudio Garbelli, Presidente S.It.I. Lombardia

ore 10.00 - 10.30

ESITI DI UNA RICERCA: STORIE DI MALATTIA
E DI PERCORSI DI CURA


Giovanna Ferretti, Studio APS
File Acrobat
Scarica la presentazione

ore 10.30 - 13.00

PRATICHE DI CONTINUITÀ: ORGANIZZAZIONI
IN RELAZIONE CON MALATI, FAMIGLIE E PROFESSIONISTI

Intervengono:

- Roberto Gallani, Casa della Salute Montanara, AUSL di Parma
File Acrobat
Scarica la presentazione


- Enrica Del Pero, Az. Osp.-Univ. S. Luigi Gonzaga, Orbassano - Torino
File Acrobat
Scarica la presentazione


- Fabrizio Giunco, Fondazione Don Carlo Gnocchi, Milano
File Acrobat
Scarica la presentazione

ore 13.00 - 14.00

Intervallo 

ore 14.00 - 16.30

COME USCIRE DA ROUTINE IN-CURANTI: PROPOSTE DI RICERCA DA PERCORRERE

Francesco d’Angella e Diletta Cicoletti (Studio APS) dialogano con:

- Fulvio Lonati, APRIREnetwork
File Acrobat
Scarica la presentazione


- Bruno Bernardini, Istituto Clinico Humanitas, Rozzano - Milano

ore 16.30

Chiusura dei lavori 

 

 

GIORNATE DI STUDIO 2017


Katsushika Hokusai, "La grande onda presso la costa di Kanagawa"

"Governare organizzazioni
e noi stessi
in scenari incerti
e turbolenti.
Un lavoro impossibile?"

 

Giovedì 11 maggio 2017

Residence San Vittore 49,
Sala Finestre e Sala Volta
Milano, Via San Vittore n. 49 

Studio APS
Milano, Via San Vittore n. 38/A 


Venerdì 12 maggio 2017

Elfo Puccini teatro d'arte contemporanea, Sala Shakespeare
Milano, C.so Buenos Aires n. 33 


Le Giornate di Studio 2017 intendono essere un'occasione per riflettere attorno al "Governare" le organizzazioni in un'epoca di profonda e radicale incertezza dei contesti lavorativi...





File Acrobat
Scarica la presentazione

File Acrobat
Scarica il programma

File Acrobat
Scarica la presentazione dei seminari di approfondimento

File Acrobat
Scarica la bibliografia
New

 

GIORNATA DI STUDIO 2015


Giornata di Studio 2015

"RIORGANIZZARE:
TRA APPARENZE
E REALTà"


Venerdì 13 marzo 2015

Elfo Puccini teatro d'arte contemporanea, Sala Shakespeare
Milano, C.so Buenos Aires n. 33


Incertezze, perdite, trasformazioni collegate alla profonda crisi del modello di sviluppo della nostra società sollecitano in diverse organizzazioni di lavoro innovazioni, ristrutturazioni, riforme, anche con consistenti contrasti e fatiche...



File Acrobat


Guarda la galleria video

File Acrobat


Scarica il programma

File Acrobat
Scarica la bibliografia

Storify
Scarica la storify

Invito


Lascia un commento