Sanità

Sanità

Nei servizi di cura e
di assistenza e negli ospedali si rileva un divario tra sviluppo
di strumentazioni tecnologiche e...

Enti pubblici

Enti pubblici

Nella Pubblica Amministrazione e negli Enti Locali sono in corso consistenti mutamenti...

Privato sociale

Privato sociale

Nelle organizzazioni
del terzo settore e
nelle associazioni di volontariato i rapporti tra valori e attività...

Aziende

Aziende

Lo Studio APS propone per le imprese diverse tipologie di attività, che includono la formazione...

Proposte

Restiamo in contatto

 Iscriviti alla nostra Newsletter

Sanità

 

Proposte per la Sanità
Nei servizi di cura e di assistenza, negli ospedali, nelle strutture residenziali e territoriali che operano per la salute dei cittadini, si rileva un divario tra sviluppo di strumentazioni tecnologiche e attenzioni alle comunicazioni con pazienti e famiglie, tra uso di metodologie sofisticate e ricomposizioni dei rapporti tra professionisti.

La qualità della cura esige esercizio di responsabilità non solo professionale ma anche organizzativa, richiede competenze nelle comunicazioni e nelle integrazioni a vari livelli. 

Studio APS realizza interventi per promuovere processi organizzativi e formativi che sostengano l’operare in questa direzione. 
 
 

Offerte/di quali problemi ci occupiamo


Accanto ad attività formative rivolte soprattutto a dirigenti e coordinatori medici e infermieristici, vengono proposte e realizzate consulenze per accompagnare riorganizzazioni di Dipartimenti e Unità Operative verso funzionamenti più efficaci e soddisfacenti, miglioramento di sistemi di valutazione, acquisizioni di competenze per la gestione dei conflitti.

Particolarmente interessanti e innovative sono le consulenze finalizzate alla realizzazione di processi di integrazione all’interno di una stessa azienda ospedaliera e tra servizi ospedalieri e servizi territoriali, tra area sanitaria e area sociale.

Come lavoriamo 


Le richieste di intervento sono collegate a investimenti nelle risorse umane e a progetti di miglioramento decisi dalle Direzioni aziendali o più specificamente a obiettivi di cambiamento organizzativo e culturale.

Le attività formative sono impostate con metodologie attive e si avvalgono di strumenti e contenuti affinati nel corso degli anni: in ogni intervento, attraverso verifiche e esplorazioni preliminari, vengono messi a punto obiettivi e svolgimenti ad hoc. 
Per consulenze finalizzate a riorganizzazioni o a costruzioni di processi di integrazione, inizialmente viene condotta una esplorazione che consenta di individuare risorse, vincoli, obiettivi e gruppo di riferimento interno all’azienda con cui co-progettare e monitorare lo sviluppo dei cambiamenti.

Quali esiti


La partecipazione a iniziative di formazione proposte dallo Studio APS consente di vedere e trattare in modo più pertinente i problemi con cui quotidianamente ci si scontra. 

I singoli sono sollecitati a tener più conto della complessità e degli aspetti meno visibili. 
Questo può costituire una fatica ma si rivela un aiuto reale ad esercitare il proprio ruolo in modo più appropriato rispetto alle esigenze organizzative e alle attese soggettive. 
Le consulenze per riorganizzazioni e integrazioni oltre a introdurre effettivi cambiamenti, portano a scoprire nelle persone e nei gruppi risorse diverse da quelle collaudate, e a mobilitare motivazioni e responsabilizzazioni.

Negli ultimi anni sono state realizzate consulenze interessanti e costruttive presso grandi Aziende Ospedaliere a Brescia, a Cremona, a Ravenna, a Trento, ma anche in ospedali più piccoli.


 

Proposte

Iniziative pubbliche recenti:


28 marzo 2017

"ORGANIZZARE LE CONTINUITÀ DELLE CURE. ORIENTAMENTI POSSIBILI PER MIGLIORARE IL BENESSERE DELLE PERSONE CON STORIE DI CRONICITÀ"

Residence San Vittore 49, Sala Auditorium
Milano, Via San Vittore n. 49

 


7 giugno 2017

"ALZHEIMER E SCENA DELLA CURA.
EVOLUZIONE NEI PROCESSI CONOSCITIVI E ORGANIZZATIVI
"

Centro Congressi Fondazione Cariplo
Milano, Via Romagnosi n. 8

 

 

 


"Alzheimer e scena della cura"

Evoluzione nei processi conoscitivi e organizzativi

Convegno: "Alzheimer e scena della cura"


Mercoledì 7 giugno 2017
9.00 - 17.00    

Centro Congressi Fondazione Cariplo
Milano, Via Romagnosi n. 
8

 


Convegno organizzato da
Fondazione Cenci Gallingani - ASP Golgi-Redaelli - Fondazione Istituto Sacra Famiglia Onlus
Con l'accompagnamento metodologico di
Studio APS
 
e con il patrocinio di
Patrocini


La malattia di Alzheimer negli ultimi tempi riscuote crescente attenzione da parte delle istituzioni sanitarie, delle scienze mediche, dell’opinione pubblica.

Il Convegno si propone di affrontare le problematiche connesse alla cura dei malati per migliorare adeguatezza e qualità degli interventi.

Fondazione Istituto Sacra Famiglia Onlus di Cesano Boscone e Istituto Geriatrico Camillo Golgi di Abbiategrasso della ASP "Golgi-Redaelli", da anni sono impegnati in questa direzione con diverse impostazioni e differenti modalità di lavoro.

Grazie agli investimenti dei due Istituti e al contributo della Fondazione Cenci Gallingani è stato possibile realizzare nell’arco di un anno circa, una particolare ricerca (Ricerca-Azione) rivolta ad analizzare i microcontesti operativi per individuare fattori critici, verificare punti forti e punti deboli, aprire ipotesi su possibili cambiamenti negli assetti organizzativi e nei processi di interazione con i pazienti, con i familiari, tra operatori con diversi ruoli e professionalità.

Operatori e ricercatori dei due Istituti e dello Studio APS di Milano (che ne ha accompagnato lo svolgimento complessivo) presenteranno quanto è stato raggiunto attraverso il percorso realizzato, esiti e apprendimenti tradotti in evoluzioni organizzative, collegati alle scelte metodologiche adottate.

Responsabile scientifico
Franca Olivetti Manoukian

Convegno: "Alzheimer e scena della cura" - Locandina


Scarica il programma


Leggi tutto...


"Organizzare le continuità delle cure.

Orientamenti possibili per migliorare
il benessere delle persone

con storie di cronicità"

 

Paul Klee_Strada principale e strade secondarie

Paul Klee, "Strada principale e strade secondarie" (1929),
olio su tela, 83 x 67 cm, Ludwig Museum (Colonia).

 

Milano, 28 marzo 2017 
9.30 - 16.30    

Residence San Vittore 49, Sala Auditorium
Milano, Via San Vittore n. 49

 


Gli studi epidemiologici mettono in evidenza un progressivo incremento nei cittadini di situazioni con problematiche sanitarie croniche, di varia gravità, associate a un aumento di domande socioassistenziali. Queste evoluzioni costringono a rivedere il rapporto tra strutture ospedaliere, residenziali e servizi territoriali/domiciliari, tra professionisti e famiglie dei pazienti. Ma soprattutto a ripensare il sistema e il processo di cura e di assistenza dei cittadini all’interno del paradigma della continuità della cura. Ciò significa mettere in atto una trasformazione culturale radicale del modo di organizzare i servizi sanitari, socio-sanitari e socio-assistenziali.

Fino ad oggi il collegamento tra le diverse strutture e i servizi sanitari, socio-sanitari e socio-assistenziali è risultato oneroso, faticoso, un “di cui” che sconta anche le molteplici frammentazioni delle tante offerte, pubbliche e private. È a partire da queste difficoltà che S.It.I. Lombardia, Consorzio Colibrì, Collegi IPASVI di Milano e Brescia, APRIREnetwork e Studio APS hanno promosso una ricerca su “Storie di malattia e presa in carico: sviluppo dei modelli organizzativi per la continuità di cura”. Una ricerca volta a identificare nelle prassi operative delle indicazioni preziose per migliorare il rapporto fra le persone in cura, le famiglie, i servizi del territorio e i molteplici e diversi professionisti implicati negli interventi terapeutici e sociali. 

I dati e le informazioni, raccolte dall'ascolto del vissuto dei pazienti e delle loro famiglie, aprono interessanti riflessioni a diversi livelli (professionali, organizzativi e del sistema di welfare locale) e mostrano alcune interessanti prospettive per sostenere percorsi di continuità delle cure efficaci.

Martedì 28 marzo 2017 a Milano si terrà un convegno “Organizzare le continuità delle cure. Orientamenti possibili per migliorare il benessere delle persone con storie di cronicità”. In questo incontro verranno presentati gli esiti della ricerca. Ma intende essere anche un momento di confronto sulle diverse esperienze messe in campo in regioni diverse. Un’occasione per allargare la “comunità di ricerca”, consapevoli che mettendo insieme conoscenze, saperi ed esperienze è possibile trovare percorsi di continuità di cure sempre più efficaci.

Il convegno ha come principali destinatari responsabili e dirigenti del settore sanitario, sociosanitario e assistenziale, sia pubblico che privato, profit e non profit.


Invito
Scarica l'invito al convegno

Programma


Scarica il programma



Leggi tutto...

Nuova ricerca in corso


Percorso di ricerca "Sostenibilità e sviluppo organizzativo delle cooperative sociali"

SOSTENIBILITÀ
E SVILUPPO ORGANIZZATIVO
DELLE COOPERATIVE SOCIALI


Un percorso di ricerca
rivolto a presidenti,
dirigenti e responsabili
della cooperazione sociale




File AcrobatScarica la presentazione

Scheda di iscrizione


Compila la scheda di iscrizione

 

Workshop in avvio


"Tempi di passaggi
e passaggi organizzativi:
successioni, generazioni, transiti..."


Marc Chagall, "Sopra la città"

Workshop n. 1
I CONFLITTI NELLE SUCCESSIONI

Mercoledì 6 marzo 2019

Workshop n. 2
PASSAGGI DI AUTORITÀ:
ACCOMPAGNAMENTI E OPPORTUNITÀ

Mercoledì 13 marzo 2019

Workshop n. 3
PASSAGGI DI COMPETENZE, CONOSCENZE
E RESPONSABILITÀ FRA GENERAZIONI

Giovedì 28 febbraio 2019


 

 

I posti disponibili sono in esaurimento.
È possibile iscriversi ad uno solo dei tre workshop proposti.
La partecipazione ai workshop non prevede alcun costo d’iscrizione.

File AcrobatScarica la presentazione

Scheda di iscrizione


Compila la scheda di iscrizione